Figlio di Abramo e anna del Prete, famiglia benestante, fu educato nel collegio Italo-Greco Sant’Adriano di San Demetrio Corone. Compiuti gli studi liceali, si trasferì a Napoli dove si laureò in medicina e chirurgia.
.

vincenzo-capparellVincenzo Capparelli (all’anagrafe Vincenzino Virgilio Capparelli) nacque ad Acquaformosa il 26 novembre 1878, compì i suoi studi secondari a Catanzaro, quindi a Roma conseguì la laurea in Medicina e Chirurgia. Prese parte alla guerra di Libia e alla prima guerra mondiale, come ufficiale medico, raggiungendo il grado di Tenente Colonnello ed ottenendo due medaglie al valore. Finita la guerra si specializzò in odontoiatria e si trasferì a Vittorio Veneto. Qui si distinse come uomo, come medico e soprattutto come studioso. 
.

Francesco SantojanniNacque a Lungro nel 1860. Emigrò in Argentina dove sposò una ricca ereditiera di origini scozzesi, Urbana Sañez. Alla sua morte, avvenuta nel 1935, non avendo eredi, distribuì le sue immense fortune in beneficenza, istituendo una rendita in danaro in favore del Comune di Lungro, una lotteria popolare per assicurare la dote alle giovani fanciulle della sua comunità d' origine e la costruzione dell'asilo comunale.

.

AnselmoLorecchio.jpg(Pallagorio 1843 - Roma 1924)
Insigne figura di intellettuale calabro-albanese, originario di Pallagorio (Puheriu), già fondatore dc "La Nazione Albanese" che per 26 anni (1897-1923) apparve sulla scena inlernazionale e che da sola rappresenta un monumento storico-culturale dal valore inestimabile. Fu promotore, assieme a Girolamo de Rada, in ltalia e in Europa, della "Questione Albanese", a favore della causa dell'indipendenza dell'Albania.
.

Questa raccolta di scritti di Camillo Vaccaro (1864-1955) curata da Silvio Martino e sollecitata da alcuni ex alunni, esponenti di quelle numerose generazioni che lo ebbero Maestro, vuole essere una testimonianza di affetto e di gratitudine verso l’educatore, ma è anche un documento storicamente interessante delle insospettabili diramazioni di una cultura positivista, presente, in tono minore, nella Calabria degli inizi del Novecento. .

Zef SerembeGiuseppe (Zef) Serembe (6 Marzo 1844 – 1901) poeta lirico giudicato unanimamente uno dei più grandi della letteratura albanese. Serembe fu un’anima irrequieta che patì le dure prove dell’umano soffrire e l’atmosfera di disperazione e tragedia che visse influenzò significativamente i suoi versi.
.

Con "Salvatore Cortese un antifascista arbëresh di Lungro", pubblicato per i tipi della Masino Editore di Lungro (Collana gli uomini e la storia), con il patrocinio dell'Amministrazione Provinciale e dell'I.C.S.A.I.C. (Istituto Calabrese per la Storia dell'Antifascismo e dell'Italia Contemporanea) di Cosenza, Domenico Cortese, insegnante e studioso di uomini e vicende arbëreshe, non ha solo scritto un'avvincente storia densa di vicende umane e politiche ma ha ricostruito i tratti biografici di una figura di spicco dell'antifascismo calabrese che con la propria azione quotidiana di lotta in difesa della dignità umana di ogni individuo e di  ricerca continua della libertà, si colloca alla stregua dei maggiori esponenti del movimento antifascista nazionale. 
.

Ka sënduqi...

ATTUALITÀ

Giovedì, Novembre 18, 2004 Luigi Boccia Chiesa e Religione 6302
Discorso pronunciato da S.E. il Card. Camillo...
Lunedì, Gennaio 23, 2006 Luigi Boccia Chiesa e Religione 9488
Secondo la tradizione, i territori dell’attuale...

LA LINGUA - GJUHA JONE

Domenica, Novembre 13, 2005 Luigi Boccia Grammatica 18178
Pagina in allestimento Seleziona la lettera dal menù qui accanto ==> .
Martedì, Marzo 07, 2006 Pietro Di Marco Aspetti generali 9908
E ardhmja e natës agimi. Ti e prite. E ardhmja e agimit dita e plotë. Ti e rrove. E ardhmja e ditës mbrëmja. Ti u krodhe në të. E ardhmja e mbrëmjes...