Giovanni Paolo II e Il Metropolita Emilianos di Silyvria
Giovanni Paolo II e Il Metropolita Emilianos di Silyvria
Il 22 febbraio 2008, è morto Emilianòs Timiadis, metropolita di Silyvria del Patriarcato ecumenico. Dopo la sua ultima sosta a Bose, dove viveva dal 1995 nella Comunità fondata da Enzo Bianchi, si trovava da alcuni giorni ad Eghion, in Grecia: Avrebbe compiuto 92 anni il 10 marzo 2008. .

Il Metropolita Emilianòs aveva ricevuto nel 2004 il “Premio Ecumenico San Nicola”, per il suo impegno ecumenico. Era nato ad Atene e aveva studiato alla Facoltà Teologica di Halki, poi ad Oxford: Aveva conseguito anche il dottorato in teologia a Tessalonica.

Ordinato sacerdote nel 1942, rimase a Makorion (Costantinopoli); fino al 1952; fu il vicario generale di Tyatheira e d’Europa a Londra. Fino al 1959 esercitò il ministero in Belgio. Nel 1960 fu consacrato vescovo a Parigi, cinque anni dopo metropolita di Calabria, titolo che ricordata l’antica giurisdizione di Costantinopoli in Italia (sec. VIII-sec.XI). Nel 1977 il suo titolo è stato cambiato, per sensibilità ecumenica, in metropolita di Silyvria. E’ stato rappresentante del Patriarcato Ecumenico al Consiglio Ecumenico delle Chiese. E’ stato osservatore al Concilio Vaticano II. Con un prete cattolico spagnolo, mons. Hernando Garcia, ha organizzato l’iniziativa di incontri interconfessionali di religiose (cattoliche, ortodosse e protestanti),.

Più volte è stato ospite a Grottaferrata. A conclusione del Concilio Vaticano II, ha visitato l’eparchia di Lungro e la Calabria. E’ vi è stato accolto con onore e viva simpatia. E’ stato anche in Sicilia per visite e conferenze.

Alla Comunità monastica di Bose che ha informato sul decesso, Mons. Eleuterio F.Fortino ha così risposto:

“Fr. Lino Breda, Ti ringrazio per la comunicazione del pio transito del metropolita Emilianòs. Ora lo immaginino assieme ad Athenagoras e Paolo VI come accoliti alla Liturgia Celeste. Ieri domenica, a S.Atansio nella Liturgica ho posto una pròsphora in sua memoria nella pròtesi. In molti qui lo abbiamo ricordato con devozione. Personalmente lo avevo conosciuto durante la IV sessione del Concilio Vaticano II (!965) e alla fine gli avevo preparato la visita nell’eparchia di Lungro e in Calabria dove ha visitato anche le comunità grecaniche presso Reggio Calabria. Dappertutto era stato accolto con espressioni di rispetto. In seguito lo avevo, almeno due volte, accompagnato in Sicilia, invitato per celebrazioni ecumeniche. L’ultima volta lo avevo incontrato proprio a Bose. Eterna la sua memoria. Amìn” (Besa/Roma).

 

 

 

Leggi anche:
I funerali del Metropolita Emilianos di Silyvria

Ka sënduqi...

Multimedia

ATTUALITÀ

Giovedì, Novembre 18, 2004 Luigi Boccia Chiesa e Religione 7408
Discorso pronunciato da S.E. il Card. Camillo...
Lunedì, Gennaio 23, 2006 Luigi Boccia Chiesa e Religione 11299
Secondo la tradizione, i territori dell’attuale...

LA LINGUA - GJUHA JONE

Domenica, Novembre 13, 2005 Luigi Boccia Grammatica 24068
Pagina in allestimento Seleziona la lettera dal menù qui accanto ==> .
Martedì, Marzo 07, 2006 Pietro Di Marco Aspetti generali 11035
E ardhmja e natës agimi. Ti e prite. E ardhmja e agimit dita e plotë. Ti e rrove. E ardhmja e ditës mbrëmja. Ti u krodhe në të. E ardhmja e mbrëmjes...