Zafina Vasa L’Ambasciata di Albania ospita, dall’8  al  21 marzo, la mostra  “Donna in Arte” della pittrice  albanese Zafina Vasa. Una serie di opere che vanno dal 1996  al 2008, e segnano  il percorso artistico e formativo dell’artista che, nata a Scutari (Albania), ha appreso e maturato il suo stile pittorico attraverso una serie di esperienze di studio e di lavoro in Italia e all’estero. .


Uscita dalla scuola d’arte Prenke Jakova di Scutari, si perfeziona a  Firenze con Sandra Batoni. Ma intanto la sua esperienza artistica si intreccia con gli interessi  linguistici seguiti presso l’Università di Lecce. Fatto questo che incide molto  nell’inevitabile ricerca di un linguaggio artistico nuovo, personale, e soprattutto autonomo in cui vengono introdotte  forme simboliche che hanno il compito di comunicare l’appartenenza e, nello stesso tempo, l’indifferenza ai problemi umani. Si puo’  affermare che uno dei sentieri percorsi da Zafina Vasa è quello dell’impegno civile, specie nella difesa della natura che, come hanno affermato alcuni critici, ha un ruolo centrale nello sguardo artistico sul mondo di questa pittrice. La sua arte e’  caratterizzata  da  una grande attenzione per la natura e la realtà che ci circonda, ed è sottolineata da una ricerca cromatica fatta di colori vivi e splendenti che esaltano i paesaggi e  sa rappresentare  in modo personalissimo le nature morte.

 Un altro importante elemento implicito nelle opere di Zafina Vasa è  l’idea del  viaggio inteso  come movimento reale verso citta’ diverse e sempre nuove:Venezia, Firenze, Matera,  ma anche come viaggio interiore sull’onda dei ricordi di luoghi visti e vissuti che l’artista fissa su tela con tinte spesse, quasi a rilievo  che simboleggiano il profondo coinvolgimento della sua interiorita’. Anche la nostalgia  e’ un altro elemento caratteristico dell’arte di Zafina Vasa: nostalgia dei luoghi dei primi affetti, nostalgia di tutto cio’ che ha colpito la sua mente e la sua fantasia di artista alla continua ricerca di simboli a cui dare un significato.

In questo continuo gioco di rimandi tra il mondo esterno e la sua interiorità, reale e  fantastico si fondono tra loro segnando un confine molto labile  fra luoghi e opere, realta’ e sogno, tra luce e colori.

Zafina Vasa ha tenuto alcune mostre personali e ha partecipato ad importanti mostre collettive riscuotendo dalla critica numerosi e lusinghieri consensi. La tecnica pittorica dell’artista si esprime attraverso l’uso dell’acquerello, del carboncino e delle tele dipinte ad olio Le sue opere si trovano  in collezioni private in  Italia e all’estero.

 

Mostra di Zafina Vasa – “Donna in Arte”

Inagurazione  8 marzo  ore 17,30

Apertura al pubblico  8 marzo  -  21 marzo

Orari:  dal lunedì al venerdi  ore  9,00  -  17,00

Indirizzo:  Ambasciata di Albania  -  via Asmara, 5  Roma Per informazioni: 06-86224114  -  329-3862933 Ingresso libero

 

Ka sënduqi...

Multimedia

ATTUALITÀ

Giovedì, Novembre 18, 2004 Luigi Boccia Chiesa e Religione 7339
Discorso pronunciato da S.E. il Card. Camillo...
Lunedì, Gennaio 23, 2006 Luigi Boccia Chiesa e Religione 11205
Secondo la tradizione, i territori dell’attuale...

LA LINGUA - GJUHA JONE

Domenica, Novembre 13, 2005 Luigi Boccia Grammatica 23747
Pagina in allestimento Seleziona la lettera dal menù qui accanto ==> .
Martedì, Marzo 07, 2006 Pietro Di Marco Aspetti generali 10959
E ardhmja e natës agimi. Ti e prite. E ardhmja e agimit dita e plotë. Ti e rrove. E ardhmja e ditës mbrëmja. Ti u krodhe në të. E ardhmja e mbrëmjes...