LekFirmozaUna moneta solidale locale per fare circolare l'economia in paese e dare una mano a chi ha bisogno. E' l'ultima trovata di Giovanni Manoccio, sindaco del piccolo comune di Acquaformosa nel cosentino. Quello stesso sindaco che aveva ''deleghistizzato'' il suo paese con tanto di delibera ufficiale e che accoglie i migranti in adesione al progetto Sprar.

La tragedia avvenuta a Lampedusa nei giorni scorsi lo ha colpito molto e ha organizzato un momento di preghiera interreligioso. Il vescovo dell'Eparchia di Lungro, Donato Oliverio, condurrà una preghiera per coloro che seguono il rito greco-bizantino. Per i musulmani invece ci sara' un imam. Seguira' una fiaccolata per le vie del paese.

Ad Acquaformosa ora sono 66 i migranti ospitati. Di varia nazionalità. Eritrei, siriani, egiziani, cittadini del Bangladesh. La moneta locale per il momento ha due tagli, da uno e da due euro. La prima riporta l'effigie di Ernesto Che Guevara, simbolo della lotta per i popoli oppressi, mentre sulla seconda è ritratto Giorgio Skanderberg, l'eroe del popolo albanese.

Acquaformosa è infatti una comunità albanofona che tiene molto alle proprie radici e tradizioni. Sulle monete, il sindaco ha fatto incidere anche due frasi, rigorosamente in arberesh. Quella riportata sulla moneta da un euro con il viso di Che Guevara traduce la sua frase ''Non combatto per servire una bandiera per lo sguardo stupito e gli occhi dolci dei bambini''; sull'altra naturalmente c'e' una frase di Skanderberg ''Io la liberta' non ve l'ho portata ma l'ho trovata insieme a voi''

L'iniziativa della moneta solidale è in corso. La distribuzione dei tagli e il cambio ''uno a uno'' (cioè un ''turrese'', così si chiama la moneta locale, vale un euro) avverrà a cura di un'associazione. Così saranno distribuiti i sussidi alle famiglie che hanno bisogno di aiuto. La moneta tuttavia entrerà in circolazione a tutti gli effetti. Alla fine di ottobre, in occasione della sagra della castagna, verrà scambiata a un banchetto costituito apposta e in alcuni stand sarà accettata soltanto il ''turrese''. Un'idea originale per fare solidarietà rendendo partecipi tutti i cittadini e nello stesso tempo dare una mano all'economia locale. (fonte adnk)

 

Ka sënduqi...

OdisseaI dyti llavinar uji i ri i Kanallit të Suezit, përuruar te ditët e shkuame, nanì bën të mundur kalimin e pandërprerë të anijevet te të dy dr

...

Calendario arbëresh

Luglio 2021
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Prossimi eventi

Nessun evento

Më të djovasura (lexuarat) po jo më të mirat!

Multimedia

ATTUALITÀ

Giovedì, Novembre 18, 2004 Luigi Boccia Chiesa e Religione 6128
Discorso pronunciato da S.E. il Card. Camillo...
Lunedì, Gennaio 23, 2006 Luigi Boccia Chiesa e Religione 9256
Secondo la tradizione, i territori dell’attuale...

LA LINGUA - GJUHA JONE

Domenica, Novembre 13, 2005 Luigi Boccia Grammatica 17251
Pagina in allestimento Seleziona la lettera dal menù qui accanto ==> .
Martedì, Marzo 07, 2006 Pietro Di Marco Aspetti generali 9663
E ardhmja e natës agimi. Ti e prite. E ardhmja e agimit dita e plotë. Ti e rrove. E ardhmja e ditës mbrëmja. Ti u krodhe në të. E ardhmja e mbrëmjes...