Il digiuno quaresimale nella tradizione dell’oriente cristiano

Scritto da Giorgio Bellizzi il . In Il Rito Greco-Bizantino

RicetteOrtodosseDopo aver digiunato per quaranta giorni e quaranta notti, ebbe fame. (Mt 4,2)

Le frenesie quotidiane ci stanno allontanando dalla pratica del digiuno, rendendone l'applicazione sempre più difficile. Eppure, il significato di questa rinuncia è enorme e costituisce una tappa fondamentale per la crescita spirituale ed umana di ciascun individuo. Infatti, riuscire a raggiungere un obiettivo di negazione, di privazione a fronte di continue sollecitazioni e messaggi votati al consumo rende, nella sua difficoltà, questa pratica grandemente formativa.

Perché digiunare?

Così scrive padre Alexander Schmemann, nelle pagine del suo libro "La Grande Quaresima" edito da Millennium Novae Romae.
La fame è la condizione nella quale realizziamo la nostra dipendenza da qualcos'altro, e quando il bisogno di cibo si fa insopportabile, capiamo che non avremo mai la vita da noi stessi. E' quel limite oltre il quale o si muore di inedia, o, soddisfacendo la carne, si ha l'impressione di vivere di nuovo. Qui affrontiamo la questione ultima: Da cosa dipende la mia vita? E giacchè si tratta non di questioni accademiche, ma da avvertenze di tutto il corpo, arriva il momento della tentazione. Satana si presentò a entrambi: Adamo mangiò... ( ...) Cristo invece disse che l'Uomo non di solo pane si sostentava.Rifiutò la menzogna cosmica che il Mentitore aveva imposto al mondo intero. (...)
Che cos'è il digiuno allora per noi cristiani? è l'accesso e la partecipazione all'esperienza dello stesso Cristo, attraverso la quale Egli ci libera dalla servitù della materia, dalla dipendenza dal cibo, dal legame col mondo. Ma in nessun modo la nostra liberazione sarà piena, perché viviamo ancora nel mondo caduto, il mondo di Adamo. Ma giacché la nostra morte, attraverso il Cristo, è passaggio per la vita vera, anche il cibo che mangiamo e la vita che esso contiene può essere vita per Dio e in Dio.
(...) Tutto ciò significa che, profondamente compreso, il digiuno è il solo mezzo attraverso cui l'uomo recupera la sua autentica vita spirituale.
In ultimo luogo, digiunare significa "essere affamati" e andare oltre il limite di quella condizione umana che dipende interamente dal cibo, che in realtà è manifestazione di fame di Dio. Eppure, il Digiuno senza Preghiera non è altro che una norma dietetica. Il Digiuno disconnesso dalla preghiera e dalla meditazione è davvero dannoso e insensato. Solo i Santi hanno dominato sanamente l'Arte del digiunare: sarebbe presuntuoso voler procedere con il digiuno senza una guida spirituale e senza discernimento.

 

Come digiunare?

Nella tradizione orientale, la Grande Quaresima è la più lunga e stretta stagione di digiuno dell’anno. Le regole di digiuno cambiano a seconda delle tradizioni ma con alcune linee guida comuni.

Vi sono due tipologie di digiuno durante questo periodo:

Il digiuno normale prevede l'astensione dalla carne, dai latticini e dal pesce.

Il digiuno austero consiste nell’astinenza anche dell’olio e del vino oltre che dalla carne, dai latticini e dal pesce.

Il calendario del digiuno quaresimale prevede diverse fasi.


Settimana dei Latticini
Nella settimana prima della Grande Quaresima ("Settimana dei Latticini"), la carne e i suoi derivati sono proibiti, mentre sono permesse le uova e i latticini il mercoledì e il venerdì.


Lunedì Puro

Il Lunedì Puro è il lunedì successivo alla Domenica dell'Ortodossia. E' il primo giorno della Grande e Santa Quaresima. Durante questo giorno si pratica il digiuno austero.


Periodo quaresimale (dal Lunedì Puro al Sabato Santo)
Digiuno normale tranne i mercoledì e venerdì durante i quali si pratica il digiuno austero.


Domenica delle Palme: consentito il pesce


Santa e Grande Settimana: digiuno austero


  Carne Uova e Latticini
 Pesce
Vino (alcol)
Olio
Settimana dei latticini  No Vietati tranne il
Mercoledì e Venerdì
No
Vietato tranne il
Sabato e la Domenica
Vietato tranne il
Sabato e la Domenica 
 Lunedì Puro No No  No  No No
 Grande e Santa Quaresima  No No
Vietato tranne
la Domenica delle Palme
e nel giorno
dell'Annunciazione della Theotokos
Vietato tranne il
Sabato e la Domenica
Vietato tranne il
Sabato e la Domenica
 Grande e Santa Settimana  No No No No
Solo il
Grande e Santo Giovedì
 
Ricette per digiunare
 
 
Riguardo il digiuno vedi anche:

Блогът Click here очаквайте скоро..

Full premium Here download theme for CMS

Bookmaker Bet365.gr The best odds.