Lettera pastorale del Vescovo di Lungro - Marzo 2017

Scritto da S.E. Mons. Donato Oliverio il . In dall'Eparchia di Lungro

CattedraleLungroCarissimi,
ci  prepariamo  a  vivere  la  Grande  Quaresima,  un  cammino indispensabile che la Chiesa propone indistintamente a tutti i battezzati per la conversione interiore, la purificazione dei peccati, la solidarietà verso gli altri, cose necessarie per crescere nella propria vita cristiana.

La liturgia  in tempo di Quaresima  mette in risalto il  senso fondamentale della  preparazione  alla  Pasqua  secondo  i  seguenti  elementi:  il  valore sacramentale della conversione; la conoscenza del mistero della salvezza; la coerente testi monianza di vita. Perciò la Chiesa definisce questo periodo dell’anno liturgico “tempo propizio, tempo di metanoia (penitenza)”.

Il  cristiano,  a  imitazione  del  Signore,  è  chiamato   e  riscoprire  il  valore ascetico della penitenza e a viverla con tutte le sue  interiori energie che gli derivano dalla grazia e dalla sua decisiva volontà di camminare nei sentieri
che la Chiesa gli indica.
La  Quaresima con sei settimane  attraverso le letture bibliche di cui sono intessute  le  ufficiature  rievoca  l’opera  della  creazione,  la  condizione umana  decaduta  segnata  dal  peccato,  gli  eventi  della  antica  alleanza, segnatamente l’Esodo e la Pasqua, l’azione redentrice di Cristo.

Nel  corso  della  Quaresima,  la  tradizione  bizantina  recita  a  coronamento dell’intera ufficiatura  la preghiera  attribuita a Sant’Efrem il Siro, un testo che riassume il cammino di conversione di ogni cristiano nel suo ritorno al Signore:  “Signore  e  Sovrano  della  mia  vita,  non  darmi  uno  spirito  di  pigrizia, d’indolenza, di superbia, di vaniloquio. Dà a me, tuo servitore, uno spirito di sapienza, di umiltà, di pazienza e di amore. Sì, Signore e Re, dammi di vedere i miei peccati e di non condannare mio fratello, perché tu sei benedetto nei secoli”.
“Occorre intensificare la catechesi quaresimale a tutto il popolo di Dio. La  perenne  vitalità  della  liturgia  quaresimale,  il  valore  delle  opere caritative  e  il  digiuno  se  capiti  e  valorizzati,  certamente  troveranno maggior beneficio tra i fedeli” (art. 127, Sinodo Diocesano).
Nelle Parrocchie siano celebrate le ufficiature principali. Il mercoledì e il venerdì si celebri  la Liturgia dei Presantificati.  Nei venerdì delle prime cinque settimane si celebri l’Inno Akathistos.


MESSAGGIO DI PAPA FRANCESCO PER LA QUARESIMA
La Parola è un dono. L’altro è un dono La  Quaresima  è  il  momento  favorevole  per  intensificare  la  vita  dello spirito  attraverso  i  santi  mezzi  che  la  Chiesa  ci  offre:  il  digiuno,  la preghiera e l’elemosina.
“Alla base di tutto c’è la Parola di Dio, che in questo tempo siamo invitati ad  ascoltare  e  meditare  con  maggiore  assiduità.  In  particolare,  il  Santo Padre, si sofferma  sulla parabola dell’uomo ricco e del povero Lazzaro”
(cfr. Lc. 16,19-31).  
Lasciamoci  ispirare  da  questa  pagina  così  significativa,  che  ci  offre  la chiave  per  comprendere  come  agire  per  raggiungere  la  vera  felicità  e  la  vita eterna, esortandoci ad una sincera conversione.
“Lazzaro  ci  insegna  che  l’altro  è  un  dono.  La  giusta  relazione  con  le persone  consiste  nel  riconoscerne  con  gratitudine  il  valore.  Anche  il povero alla porta del ricco non è un fastidioso ingombro, ma un appello a convertirsi e a cambiare vita.
Il primo  invito  che  ci  fa  questa  parabola  è  quello  di aprire  la  porta  del nostro cuore all’altro, perché ogni persona è un dono, sia il nostro vicino sia il povero sconosciuto. La Quaresima è un tempo propizio per aprire la porta ad ogni bisognoso e riconoscere in lui o in lei il volto di Cristo . Ognuno di noi ne incontra sul proprio  cammino.  Ogni  volta  che  ci  viene  incontro  è  un  dono  e  merita accoglienza, rispetto, amore. La  Parola  di  Dio  ci  aiuta  ad  aprire  gli  occhi  per  accogliere  la  vita  e  amarla, soprattutto quando è debole”.


VEGLIA  DIOCESANA  DI  PREGHIERA  MISSIONARIA
L’Ufficio Missionario Diocesano anche quest’anno ha programmato per la terza  Domenica  di  Quaresima  –  Adorazione  della  Santa  e  Vivificante Croce – una Veglia Diocesana di Preghiera Missionaria.
Ci incontreremo Domenica 19 marzo p.v.,  a  SAN BASILE, dal piazzale del  Monastero  Basiliano  sfileremo  in  processione  verso  la  Chiesa Parrocchiale “San Giovanni Battista” di San Basile, alle ore 16,30. Animerà  l’incontro  Padre  Pasquale  Castrilli,  Sacerdote  Missionario,  Oblato di Maria Immacolata, con la meditazione su  “Narrare il Vangelo e la Terra di Missione”.

CONFERENZA EPISCOPALE CALABRA
Commissione per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso

IV CONVEGNO ECUMENICO REGIONALE
Sabato 1 aprile 2017
Il  1°  Aprile  p.v.  alle  ore  16,00,    si  svolgerà  a  Cetraro  “Colonia  San Benedetto”    nella  Diocesi  di  San  Marco  Argentano  –  Scalea,  la  IV edizione  del  Convegno  Ecumenico,  organizzato  dalla  Commissione  per l’Ecumenismo  e  il  Dialogo  Interreligioso  della  Conferenza  Episcopale Calabra.
Il tema: Il Grande e Santo Sinodo della Chiesa Ortodossa.


Relazionano: S. Em. Athanasios, Metropolita di Achaia.
Mons. Andrea Palmieri, Sotto-Segretario del Pontificio
Consiglio per l’Unità dei Cristiani.
Vi invito caldamente a partecipare.


RITIRO DEL CLERO
Giovedì  9  marzo,  memoria  dei  Santi  40  martiri  di  Sebaste,  con  inizio alle  ore  9,30    avrà  inizio  il  Ritiro  del  Clero  nella  Parrocchia  “San Giovanni  Battista”  ad  Acquaformosa,  con  la  meditazione  tenuta  da  Don Pino Prof. DI LUCCIO, S.J.  Decano della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia  Meridionale  di  Napoli,  Professore  straordinario  della  Facoltà Biblica  del  Pontificio  Istituto  Biblico  di  Roma  e  della  Pontificia  Facoltà Teologica di Napoli.

Invoco su di Voi e sulle Vostre Comunità la benedizione del Signore.
Lungro, 1 marzo 2017
+ Donato Oliverio, Vescovo

Блогът Click here очаквайте скоро..

Full premium Here download theme for CMS

Bookmaker Bet365.gr The best odds.