Parlare arbëresh ai bambini li aiuta a crescere meglio

Scritto da Red. Jemi il . In Salvaguardia

Molti genitori oggi tendono a rivolgersi in Italiano ai propri figli. Dialetti meridionali con vaghe sonorità lombarde stanno prendendo forma e presto diverranno la lingua ufficiale degli italo-albanesi. Questo atteggiamento sta progressivamente impoverendo le nostre comunità determinando la veloce scomparsa della lingua arbëreshe.  Spesso si pensa che il bilinguismo causi limitazioni e problemi ai bambini mentre è vero il contrario: il bilinguismo attivo precoce (capire e parlare due lingue) potenzia le abilità cognitive.
Su questo tema proponiamo l'interessante articolo apparso oggi sul blog "Bilingue per gioco" (LB)

Grammatica arbëreshe di Piana degli Albanesi: terzo aggiornamento

Scritto da _ il . In Grammatica

grammalogo.pngProponiamo ai lettori il terzo aggiornamento della "Grammatica della parlata arbëreshe di Piana degli Albanesi" di Gaetano Gerbino. L'aggiornamento include sezioni le sezioni: I. Fonologia: alfabeto. II Morfologia: nome, aggettivo, numerale, pronome, avverbio, preposizione, congiunzione, particella, interiezione e verbo.

Scarica subito la "Grammatica della lingua arbëreshe di Piana degli Albanesi"

.

Grammatica arbëreshe: il nome

Scritto da Luigi Boccia il . In Grammatica

grammalogo.png In Arberia ci sono intellettuali coraggiosi che continuano a lavorare intensamente per la salvaguardia della cultura e della lingua arbëreshe. Uno di loro è certamente il Dott. Gaetano Gerbino che da anni impegna in maniera gratuita parte del suo tempo a favore della causa arbëreshe. 
.

L’albanese a scuola, per favore! E a casa?

Scritto da Gianni Belluscio il . In Salvaguardia

Arbërishtja në shkollë, ju lutem! Po në shtëpi?
Nel decennale della legge 482/99 per la tutela e la difesa delle lingue e delle culture meno diffuse in Italia

Ancora nove mesi e festeggeremo il decennale della legge 482/99. L’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria ha malamente tentato di festeggiare in anticipo l’anniversario con l’invio, nel 2008, di una specie di chiamata alle armi per i pochi docenti in servizio nelle scuole delle comunità alloglotte calabresi che hanno voglia di mettersi in discussione e, quindi, di trasferirsi nella cattedra della lingua minoritaria.
.

Lottare uniti per evitare l’estinzione

Scritto da Luigi Boccia il . In Salvaguardia

Qual è lo stato di salute della nostra lingua arbëreshe? Il primo vero dramma è che nessuno è in grado di dare una risposta documentata a questa domanda poiché non esiste alcuno studio socio-linguistico specifico sulla nostra minoranza. Tuttavia, pur mancando dati attendibili, non è difficile avvertire il rischio di estinzione dell'arbëreshë. È evidente, infatti, che il numero di locutori, pur non essendo stato mai censito, è molto basso e in continua diminuzione mentre l'età media è in costante aumento.
.

Io parlo arbëresh

Scritto da staff Jemi il . In Salvaguardia

Jemi.it lancia l'iniziativa "Io parlo arbëresh" attraverso cui intendiamo sensibilizzare i nostri lettori e tutta l'Arberia all'uso attivo della nostra lingua. Per conservarela in modo vitale il primo passo è che questa venga parlata correntemente da un popolo, a partire dai bambini. Troppo spesso, invece, accade che in famiglie arbëreshë i piccoli parlino italiano e si limitino solo a capire la lingua dei genitori. Questo processo ha avuto negli ultimi anni una forte accelerazione che renderà più veloce di quanto ci si possa immaginare la scomparsa dell'arbëresh. L'insegnamento della lingua è certamente importante ma ci permettiamo di dire che prima di tutto occorre rafforzare e, in alcuni casi, ripristinare, il meccanismo principale attraverso il quale la nostra lingua si è tramandata per cinque secoli: l'apprendimento familiare.

.

Munxifsi sot meshon greqisht e dashuron italisht.

Scritto da Giusy Di Marco il . In Aspetti generali

E ardhmja e natës agimi. Ti e prite.

E ardhmja e agimit dita e plotë. Ti e rrove.

E ardhmja e ditës mbrëmja. Ti u krodhe në të.

E ardhmja e mbrëmjes nata. Ti me të u përziejte.

Në ciklin e vazhdueshëm të ndjenjavet të tua të ndryshme

u ndodh – aty për aty pa i vënë re – mungesa

 e njëi agimi e njëi dite e njëi mbrëmjeje e njëi nate:

 një zbrazëti e kujteses!

Humbe një nga të tre shpirtrat e tu.

Sot meshon greqisht e dashuron italisht.

 Në librat vetëm rri shkruar si ngjarja ndodhi

se ti shpirtra pate tre.

.

Articoli suggeriti