Jemi.it lancia l'iniziativa "Io parlo arbëresh" attraverso cui intendiamo sensibilizzare i nostri lettori e tutta l'Arberia all'uso attivo della nostra lingua. Per conservarela in modo vitale il primo passo è che questa venga parlata correntemente da un popolo, a partire dai bambini. Troppo spesso, invece, accade che in famiglie arbëreshë i piccoli parlino italiano e si limitino solo a capire la lingua dei genitori. Questo processo ha avuto negli ultimi anni una forte accelerazione che renderà più veloce di quanto ci si possa immaginare la scomparsa dell'arbëresh. L'insegnamento della lingua è certamente importante ma ci permettiamo di dire che prima di tutto occorre rafforzare e, in alcuni casi, ripristinare, il meccanismo principale attraverso il quale la nostra lingua si è tramandata per cinque secoli: l'apprendimento familiare.

.

Lottiamo uniti per evitare l’estinzione

 

Per aderire all'iniziativa inserite nel vostro sito il banner riportato qui di seguito. Per farlo basta copiare il seguente codice e incollarlo nelle tue pagine.

 

 Alternativa 1Io parlo arbëresh

 

 

 

 

 

Se hai problemi a farlo contattaci e ti forniremo assistenza.

 

 

Ka sënduqi...

ATTUALITÀ

Giovedì, Novembre 18, 2004 Luigi Boccia Chiesa e Religione 6128
Discorso pronunciato da S.E. il Card. Camillo...
Lunedì, Gennaio 23, 2006 Luigi Boccia Chiesa e Religione 9256
Secondo la tradizione, i territori dell’attuale...

LA LINGUA - GJUHA JONE

Domenica, Novembre 13, 2005 Luigi Boccia Grammatica 17251
Pagina in allestimento Seleziona la lettera dal menù qui accanto ==> .
Martedì, Marzo 07, 2006 Pietro Di Marco Aspetti generali 9663
E ardhmja e natës agimi. Ti e prite. E ardhmja e agimit dita e plotë. Ti e rrove. E ardhmja e ditës mbrëmja. Ti u krodhe në të. E ardhmja e mbrëmjes...